PDOiler : oliatore automatico per catene

Se non sapete di cosa sto parlando, leggete prima il mio articolo introduttivo sugli oliatori.
Come lavoretto propedeutico dovete ricavare un +12V sotto la sella e che sia ‘sotto chiave’. Un modo facile per ottenerlo c’e’: si prende dal connettore dell’antifurto.
Fatto questo, possiamo continuare con i dettagli del montaggio dell’oliatore.
Per agevolare il lavoro ho tradotto in italiano le istruzioni originali di montaggio: vi consiglio prima di proseguire di leggerle. Vi chiariranno le idee.

L’oliatore PDOiler Mini l’ho comprato il 02 Giugno 2014 dal sito del produttore inglese. Pagato con PayPal alla fine con il cambio e la spedizione è costato 99€.
Attenzione: viene spedito come pacco postale raccomandato. Ci impiega 2-3 settimane (a me è arrivato oggi, ossia dopo 2 settimane), quindi non abbiate fretta. Pacco piccolino


Una volta sballato ecco il contenuto

La punta estrema della calza del gocciolatore è parzialmente cucita: tagliate la punta e ‘calzate’ la calza sino a scoperchiare il tubetto rigido interno che andrà tagliato di circa 10-15 mm (non fatelo ora, aspettate di averlo montato sul forcellone).

Fissiamo il gocciolatore sul forcellone. Consiglio di smontare la piccola semiguida della catena posta in basso: il lavoro sarà molto più semplice.
Nei punti critici più esposti ho fatto passare il tubo verde in un altro tubo nero a scopo protettivo (è del banale termorestringente che non ho ‘ristretto’).
Il tubetto rigido del gocciolatore va tagliato in modo che sia a circa 20-25 mm dalla catena, poi si sfila la calza e si taglia l’eccedenza della calza, la quale dovrà rimanere fuori da tubetto per circa 12 mm (quindi l’estremità della calza è a 13mm dalla catena).
Se guardate i disegni delle istruzioni di montaggio vi sarà tutto chiaro.

Di fianco alla batteria c’e’ un piccolo spazio dove ci sta perfettamente il serbatoio da 100ml: sembra fatto apposta. Spero di non ostacolare il flusso d’aria in ingresso al motore: lì c’è il condotto di aspirazione verso il filtro dell’aria.

Il tubetto del serbatoio esce in basso: il vano batteria in fondo ha un foro che esce in prossimità del monoammortizzatore.

Dallo stesso foro, stavolta in senso contrario, facciamo passare il cavetto elettrico della pompa (aiutiamoci con un filo di ferro che useremo come guida) che io ho deciso di fissare nella posizione che vedete. In realtà la pompa può essere posizionata dovunque visto che può stare anche più in alto del serbatoio (sino a 50 cm) ma ho preferito metterla bene in vista per tenere sotto controllo la situazione: è una tecnologia che non conosco. Magari in futuro la sposterò nel sottosella.

La pompa è già preriempita di olio. Quindi è sufficiente che eliminiamo l’aria dalle tubazioni. Con la siringa riempiamo il tubo di alimentazione del gocciolatore (di colore verde) e poi colleghiamolo all’uscita della pompa (in basso). Quindi riempiamo il serbatoio da 100ml di olio e facciamo scorrere l’olio nel tubo trasparente sinchè non ne esce qualche goccia (assicuriamoci che non ci siano bolle di aria nel tubo). A questo punto colleghiamo il tubo trasparente all’ingresso della pompa (in alto).
L’olio consigliatomi dalla PDOiler è un olio per cambi e trasmissioni sintetico 75W90, che ho trovato da un ricambista a 50 mt da casa mia. 10€/litro

Al cavetto di alimentazione costruito qualche giorno fa ho collegato il cavetto del PDOiler in dotazione (con fusibile)  inserendo tra i due un connettore maschio/femmina stagno

Ho posizionato il timer sotto la sella del passeggero. A detta della PDOiler una volta trovata la giusta posizione in termini di erogazione, non ci sarà più necessità di toccarlo ulteriormente. Ho deciso che inizio gli esperimenti sulla posizione 5. Nel forum stranieri in media ho visto che si usano posizioni circa a 2-3 , quindi un gocciolamento molto lento.

Qualche fascetta per fissare i cavi ed ecco il lavoro finito

Condividi l'articolo su: