MAROCCO 2019 – DAY 4 Fez

Oggi tappa leggera alla volta di Fez dove vorremmo arrivare presto per visitare la sua medina che è la più grande del mondo.

Alle 5.30 il richiamo alla preghiera e i galli che cantano ci svegliano. L’alba è però abbastanza tardiva: comincia a fare luce dopo le 6.30

Le colazioni vengono servite tardi (dalle 8.30) e se avete esigenze di partire presto vi conviene concordare una colazione anticipata oppure mangiare sulla strada in un bar.

Due cose non ho portato (e me le appunterò per il prossimo viaggio) : uno stick per le labbra che sono parecchio screpolate e dei set di TAPPI per lavandino senza i quali diventa difficile fare il bucato. Non ce ne sono nei bagni… ok ci si arrangia con della plastica o tappando il buco con un calzino.

Il percorso di oggi prevede strade secondarie all’interno e solo nell’ultimo pezzo una statale alla volta di Fez.

Paesaggi molto belli, mille colori, strade belle ma tremendamente scivolose che diventano improvvisamente sterrati. Medie molto basse: non riusciamo ad andare oltre i 50-60 km/h causa anche traffico locale… di animali. Capre, cani e asini in mezzo alla strada.

Sino alle 12.00 la temperatura non supera i 21 gradi e si sta benissimo : il sole scotta e l’aria fresca ci mantiene alla temperatura ideale. Improvvisamente in 1 ora da 21 gradi la temperatura schizza a 33 gradi e letteralmente ci sciogliamo dentro le giacche. Il casco è bollente.

Arriviamo comunque senza problemi a Fez alle 14.30

e lasciamo le moto in un parcheggio custodito 24h (2€)

a poche centinaia di metri c’è il nostro riad prenotato su Booking. Caro (42€) anche questo ma molto bello

Ci facciamo indicare una guida e dalle 16.30 alle 21.00 giriamo la Medina. È vero: un groviglio pazzesco di stradine. Definirla labirinto è riduttivo

Mangiamo in un ristorante e poi andiamo a letto. Domani lunga tappa sino a Merzouga (abbiamo cambiato un po’ l’itinerario) e partiamo prestissimo per evitare il caldo.

Km 213