MAROCCO 2019 – DAY 2 Ancora navigazione

Un’alba spettacolare ci allieta dopo una notte passata in un rumoroso frigorifero (= nostra cabina) con una sola coperta sul giaciglio. Meno male che ho portato i tappi per le orecchie.

Navigazione tranquilla e alle 8.00 puntuali (nonostante la partenza ritardata di quasi 3 ore) entriamo nel porto di Barcellona.

Se vi recate a Tangeri NON È PERMESSO SBARCARE (sigh) e quindi siamo relegati a bordo ma i garage sono aperti sino alle 9.30 ed è permesso accedere alle moto se dovete prendere qualcosa. Durante la giornata, direttamente a bordo da parte delle autorità Marocchine, verranno effettuate le operazioni doganali e quindi tenete pronti passaporto e carta circolazione della moto (in originale, le fotocopie non sono accettate). Se avete lasciato qualche documento sulla moto… ora o mai più. Qualcuno si è dimenticato sulla moto la carta di circolazione: dovrà effettuare le operazioni doganali a terra una volta arrivati a TangeriMed.

Abbiamo improvvisato uno stendino per fare asciugare l’abbigliamento tecnico indossato ieri e lavato la sera in nave. Tutto asciutto. Mutande e calze in microfibra e magliette running Decathlon in poliestere sono molto performanti e poco costosi. La nave è ripartita da Barcellona alle 10.30 alla volta di Tangeri. Alcuni sono sbarcati, altri sono saliti. Alle 11.00 l’annuncio dell’inizio delle operazioni doganali. Ponte 9 a prua presso il cinema di bordo in una bolgia dantesca si riceve l’immancabile modulo da compilare e si aspetta pazientemente seduti che finisca il parapiglia iniziale dove tutti, per motivi ignoti, vogliono saltare la coda e i doganieri ogni quarto d’ora urlano minacciando platealmente di andarsene.Ci sono due addetti e bisogna fare 2 file distinte: una per i veicoli dove rilasciano il talloncino della dogana (finalmente un po’ di informatica) e la seconda coda per il controllo passaporto.Visto il putiferio abbiamo optato per un tattica mista: prima la coda (breve) per il veicolo, poi siamo andati a mangiare al self-service che nel frattempo aveva aperto alle 12.00 (e chiude alle 13.45) e alle 13.30 siamo tornati al cinema a fare la coda per il controllo passaporti. Insomma siete impegnati sino a metà pomeriggio. Noi arrivando alle 13.30 eravamo tra gli ultimi e abbiamo fatto il controllo passaporto alle 14.30. Dietro di noi ancora 80-100 persone. Alle 16.30 le ultime 50 persone in coda aspettavano i doganieri che erano in pausa. Morale : alla fine era meglio presentarsi alle 16.00 e godersi invece un po’ di sole in coperta.

A bordo è presente connettività WiFi a pagamento. Se avete necessità di contattare qualcuno tramite chat, i prezzi sono questi:Però GNV ci viene un po’ incontro (grazie!) e ci omaggia di 15min gratis (previa registrazione) che usufruirò domani all’arrivo a TangeriMed per fare sapere che è tutto okUna ultima opzione: a bordo c’è una cella telefonica del servizio TIM IN NAVE. È accessibile a tutti gli operatori che hanno accordi con TIM ma i costi…Andiamo a dormire dopo l’ennesimo tramonto spettacolare davanti a Benidorm.