Cambio olio @ Home

Ed eccoci qui, io e Markaine, a 4500 Km per farci un cambio d’olio extra casalingo.
In tutte le moto che ho avuto in 30 anni ho sempre fatto un cambio olio+filtro extra nei primi mesi di vita della moto con l’idea di rimuovere ulteriormente le varie porcherie post rodaggio (pur avendo fatto il tagliando dei 1.000Km). Poi nei prossimi mesi vedremo se fare sempre i cambi intermedi ogni 5.000 Km oppure mantenere la tabella tagliandi ufficiale ogni 10.000 Km

Spesa totale: 48€ e 30 minuti di lavoro/divertimento.

Innanzi tutto serve il filtro dell’olio originale Triumph (15€) oppure un aftermarket come ad esempio l’ HIFLO (HF204) e una rondella in alluminio con funzione di guarnizione per il tappo della coppa (misure: esterno 21.7 mm, interno 15 mm, spessore 2 mm). La rondella già presente sotto il tappo va buttata. Consideratele ‘usa-e-getta’. Io ho usato il filtro originale Triumph giusto perchè la moto è in garanzia. Non voglio che mi si dica ai tagliandi “ma come mai c’e’ un filtro non originale blah blah blah”.

Poi ovviamente l’olio. 4 litri di un 10W40. Ognuno ha le sue teorie e potremo stare qui a discuterne per anni. Io semplicemente uso il Motul 5100 che è un ottimo olio ed è lo stesso che usa la mia officina (e così non mischio addittivi provenienti da olii diversi). Rispetta (anzi le supera) le specifiche Triumph e costa poco: 33€ per 4 litri comprato su eBay (spedizione compresa) (vedi mia nota sull’olio in fondo alla pagina).

Gli strumenti necessari: una chiave a brugola da 8mm, una chiave a nastro per togliere/mettere il filtro olio e, visto che la possiedo, una dinamometrica per serrare il tappo dell’olio a 25 Nm. Avendo l’attrezzo non vedo perchè non usarlo e sto tranquillo: ho il vizio di serrare troppo le viti e visto che è tutta lega leggera…. Vi consiglio un pezzo di tubo metallico da usare come prolunga per la chiave a brugola per facilitare il primo svitamento del tappo della coppa.

E per finire una bacinella per raccogliere l’olio e il bidoncino dove sverserò l’olio esausto nei centri di raccolta. Nel mio caso la discarica comunale aperta al pubblico che ha i fusti per la raccolta degli olii esausti.

** RISPETTATE L’AMBIENTE E NON FATE GLI STR..ZI**
** L’OLIO È INQUINANTE IN MODO DEVASTANTE **

Guanti monouso per non smerdarsi (almeno non troppo) e carta assorbente a volontà.



STEP 1: Arrivo a casa, moto calda. Aspetto 1 ora o più (meglio 1 ora e mezza) per fare raffreddare il motore. Dopo 1 ora l’olio è ancora bello caldo ma non ustionante. 1 ora e mezza di attesa è l’ideale: l’olio è tiepido e si scola meglio.
Moto sul cavalletto laterale (non ho il centrale), bacinella sotto la coppa e svito il tappo con la chiave a brugola da 8mm aiutandomi per lo sbloccaggio iniziale con un tubo di prolunga e scolo l’olio. Non rimuovo il paracoppa in plastica: non ce nè bisogno a mio parere. Ne pulirò l’interno alla fine con un pò di carta assorbente.
Inutile dire di stare attenti al verso di rotazione del tappo che ha un normale filetto ma essendo posizionato verso l’alto sembra sia al contrario.

STEP 2: Una volta scolato tutto l’olio posiziono abbondante carta assorbente sotto il filtro e con la chiave a nastro lo allento e lo svito a mano. Rimosso il filtro vi verrà giù un bel pò di olio. Il filtro si comporta come un bicchiere ed è pieno di olio per cui quando lo rimuovete tenete l’apertura verso l’alto e poi scolatelo nella bacinella altrimenti spargerete olio per tutto il box. Rimonto il filtro nuovo inumidendo la guarnizione del nuovo filtro con un pò di olio motore. Cosa questa molto importante per evitare che la guarnizione si secchi. Lo serro con la chiave a nastro. Lo serro forte ma non “alla morte”. Direi che basta.

STEP 3: Sempre senza tappo della coppa e con la bacinella sotto la coppa vado sul lato destro della moto e la inclino a destra, la tengo così per una decina di secondi e poi la riappoggio sul cavalletto laterale a sinistra: uscirà ancora un pò di olio (il che non guasta). Il movimento sinistra-destra-sinistra fa probabilmente spostare da qualche anfratto l’olio che verrà così ulteriormente scolato.

STEP 4: Rimuovo dal tappo della coppa la vecchia rondella di guarnizione in alluminio, la butto e inserisco la nuova. Serro il tappo con la dinamometrica a 25 Nm 

STEP 5: Riempio il motore con esattamente 3,6 litri di olio motore. E’ la giusta quantità per avere il livello dell’olio pochi mm sotto la tacca del massimo vista dall’oblò. Fidatevi: fatto su due Tiger ed è la quantità corretta. 

STEP 6: Chiudo il tappo di carico dell’olio (quello sopra la frizione) e accendo il motore senza ovviamente toccare l’acceleratore. La spia rossa dell’olio rimane accesa per 3-5 secondi mentre l’olio va in pressione e si riempie il filtro e poi la spia si spegne. Faccio girare il motore al minimo ancora per un paio di minuti e …….. FINE !!

NOTA OLIO: l’olio principalmente si degrada per inquinamento/diluizione da benzina e particolato della frizione (che è in bagno d’olio) e non per cedimento delle sue caratteristiche lubrificanti. Quindi un cambio olio più frequente (ogni 5.000 Km) è molto meglio che non usare un costoso olio super-mega-iper sintetico tanto alla fine saranno degradati allo stesso modo. Anzi usare un olio racing come il Motul V300 potrebbe essere controproducente nel nostro contesto in quanto le sue caratteristiche lubrificanti si degradano più velocemente di un olio minerale a base sintetica (come il Motul 5100): essendo previsto per uso racing si presuppone un cambio olio più frequente. A 10.000 Km è probabile che il V300 sia più degradato di un normale 5100/7100. Inoltre sono oli molto volatili e potrebbero sporcare maggiormente la cassetta filtro aria. Sui forum americani ci sono interessanti discussioni su come far percorrere alla propria auto 500.000 Km senza problemi. Quello che si evince dopo infinite prove operate da laboratori indipendenti che hanno analizzato gli oli prima e dopo usi intensi è che gli oli supersintetici sono in realtà delle pure operazioni di marketing operate dalle case petrolifere. Un buon olio minerale lubrifica come (se non meglio) di un supersintetico (e costa molto meno) e contiene meno additivi che possono sporcare il motore. Parliamo ovviamente di motori ‘normali’ come nel nostro caso che non raggiungono regimi di rotazione elevati.
Il mio personale consiglio se volete cambiare l’olio è di usare il Motul 5100 o al massimo il suo fratellino maggiore Motul 7100 MA (non comprate il 7100 MA2 : non va bene per la nostra frizione) che è 100% sintetico. O loro equivalenti. Non spendente soldi in olii più costosi nella speranza che facciano chissà che cosa.

Considerazione finale: io e Markaine abbiamo due moto identiche, comprate lo stesso giorno e usate in modo quasi identico. Stessi Km e stessa officina. Stranamente il suo olio esausto era più nero e catramoso del mio. Ritengo che sia dovuto al diverso uso della frizione tra me e lui e il suo olio sia più nerastro per il maggior consumo del materiale di attrito. Altro non mi viene in mente.
Inoltre sulla mia moto ho avuto la brutta sorpresa di NON trovare la rondella in alluminio sotto il tappo della coppa: vatti a fidare delle officine 🙁